Prodotti

San Biagio IGT

San Biagio Vino ad indicazione geografica tipica (IGT), proveniente dagli stessi vigneti del Brunello e del Rosso, differisce da quest'ultimo per l'affinamento che viene svolto in vasche di acciaio e in bottiglia. Vino dal colore rosso rubino e dal sapore caldo ed asciutto, si presta ai più vari accostamenti gastronomici, Intenso, varietale, fine e persistente, al palato gradevole con equilibrata struttura.
Servire a 16-18°C.
Scheda tecnica


Produzione: 10.000 bottiglie
Uvaggio: Sangiovese in purezza da selezone massale interna.
Forma di allevamento: cordone speronato basso (70 cm da terra).
Densità di impianto: 5.400 piante/ha.
Produzione per ceppo: 1,8 kg/pianta.
Altitudine dei vigneti: dai 300 ai 350 metri.
Composizione del terreno: tufaceo di origine eocenica.
Clima: caratterizzato da estati aride ed inverni miti a causa dell'influenza dei venti caldi provenienti dalla Maremma.
Cure colturali: eseguite interamente a mano, con particolare attenzione per potatura verde e diradamento.
Vendemmia: manuale in piccole casse di plastica.
Vinificazione:
- eseguita in vasche acciaio con durata, comprensiva del periodo di macerazione sulle bucce, variabile tra i 14 ed i 18 giorni
- fermentazione termocontrollata tra i 20° ed i 26°C
- Analisi chimiche giornaliere
- Follature giornaliere eseguite manualmente.
- Svinatura con pressatura soffice
- Fermentazione malolattica
- Illimpidimento spontaneo senza filtrazione.
Affinamento: in bottiglia.

Rosso di Montalcino DOC

rosso Il vino Rosso di Montalcino è ottenuto dagli stessi vigneti del Brunello di Montalcino in quanto il produttore può scegliere durante la vendemmia e l'invecchiamento del vino quale aliquota di esso destinare alla commercializzazione sotto questa denominazione, senza attendere il periodo di quattro anni previsto dal Disciplinare del Brunello. Il Rosso di Montalcino dell'Azienda Agraria Lisini si distingue per il colore rosso rubino e per il profumo intenso e caratteristico. Il sapore è caldo e asciutto, leggermente tannico.
Scheda tecnica


Produzione: 16.000 bottgilie
Uvaggio: Sangiovese in purezza da selezone massale interna.
Forma di allevamento: cordone speronato basso (70 cm da terra).
Densità di impianto: 3.300-5.400 piante/ha.
Produzione per ceppo: 1,4 kg/pianta.
Altitudine vigneti: Dai 300 ai 350 metri.
Composizione del terreno: tufaceo di origine eocenica.
Clima: caratterizzato da estati aride ed inverni miti a causa dell'influenza dei venti caldi provenienti dalla Maremma.
Cure colturali: eseguite interamente a mano, con particolare attenzione per potatura verde e diradamento.
Vendemmia: manuale in piccole casse di plastica, con selezione dei singoli grappoli.
Vinificazione: eseguita in vasche di cemento vetrificato con durata, comprensiva del periodo di macerazione sulle bucce, variabile tra i 20 ed i 26 giorni, fermentazione termocontrollata tra i 24° ed i 26°C
- Analisi chimiche giornaliere
- Follature giornaliere eseguite manualmente.
- Svinatura con pressatura soffice
- Fermentazione malolattica
- Illimpidimento spontaneo senza filtrazione.
- Invecchiamento: eseguito in botti di rovere di Slavonia di volume variabile da 20 a 52 HI per un periodo di 12 mesi. Ulteriore affinamento in bottiglia di 2 mesi.

Brunello di Montalcino DOCG

brunello_generico Ritenuto una delle maggiori espressioni dell'enologia italiana, il Brunello di Montalcino è prodotto esclusivamente con uve dell'omonimo vitigno, che rappresenta una varietà di Sangiovese Grosso. Il Brunello di Montalcino dell'Azienda Agraria Lisini, si distingue per le sue caratteristiche veramente superiori ottenute mediante una continua cura dei vitigni, coltivati con metodi tradizionali ed escludenti qualsiasi pratica di forzatura, un'attenta selezione e sfoltimento dei grappoli turante la crescita ed un'accurata cernita delle uve durante la vendemmia. Tutto questo, unito ai più moderni metodi di vinificazione, assicura un livello eccezionale anche con andamenti stagionali non del tutto favorevoli. Ecco come uno dei più noti enologi italiani ha giudicato il Brunello di Montalcino , Lisini: Rosso rubino carico che si affina con gli anni in aranciato brillante. profumo bouquet lievemente etereo di straordinaria eleganza con sentori goudron, sottobosco, tabacco, viola e vaniglia; sapore asciutto, ma allo stesso tempo morbido pieno ed armonico, nerbo saldo e viperino, stoffa consistente ed aristocratica; piena razza.
Gradazione alcolica 13-13,5°
Acidità totale 6-7,5 per mille
(Luigi Veronelli: Catalogo dei vini del Mondo)
Scheda tecnica


Produzione: 30.000 bottiglie
Uvaggio: Sangiovese in purezza da selezione massale interna.
Forma di allevamento: cordone speronato basso (70 cm da terra).
Densità di impianto: 3.300 piante/ha nei vigneti più vecchi; 5.400 pante/ha nei vigneti di recente realizzazione.
Produzione per ceppo: 1,4 kg/pianta.
Altitudine dei vigneti: dai 300 ai 350 metri.
Composizione del terreno: tufaceo di origine eocenica.
Clima: caratterizzato da estati aride ed inverni miti a causa dell'influenza dei venti caldi provenienti dalla Maremma.
Cure colturali: eseguite interamente a mano, con particolare attenzione per potatura verde e diradamento.
Vendemmia: manuale con selezione dei singoli grappoli.
Vinificazione:
- eseguita in vasche acciaio con durata, comprensiva del periodo di macerazione sulle bucce, variabile tra i 20 ed i 26 giorni
- fermentazione termocontrollata tra i 24° ed i 26°C
- Analisi chimiche giornaliere
- Follature giornaliere eseguite manualmente.
- Svinatura con pressatura soffice
- Fermentazione malolattica
- Illimpidimento spontaneo senza filtrazione.
- Invecchiamento: eseguito in botti di rovere di Slavonia di volume variabile da 20 a 50 HI per un periodo di 42 mesi. Ulteriore affinamento in bottiglia di 6/8 mesi

Brunello di Montalcino Riserva DOCG

San Biagio Il brunello riserva viene prodotto utilizzando piccole quantità di uve raccolte nelle zone più vocate dei nostri vigneti e scelte dopo averne seguito passo dopo passo l'evoluzione e la maturazione. Vinificato separatamente ed affinato per quattro anni in botti di rovere
il brunello riserva rappresenta l'essenza stessa del territorio e della nostra esperienza, espressi attraverso un vino che parla di noi, con finezza ed eleganza.
Scheda tecnica


Produzione: 3.800 bottiglie
Uvaggio: Sangiovese in purezza da selezone massale interna.
Forma di allevamento: cordone speronato basso (70 cm da terra).
Densità di impianto: 3.300 piante/ha nei vigneti più vecchi; 5.400 piante/ha nei vigneti di recente realizazione.
Produzione per ceppo: 1,4 kg/pianta.
Altitudine dei vigneti: dai 300 ai 350 metri.
Composizione del terreno: tufaceo di origine eocenica.
Clima: caratterizzato da estati aride ed inverni miti a causa dell'influenza dei venti caldi provenienti dalla Maremma.
Cure colturali: eseguite interamente a mano, con particolare attenzione per potatura verde e diradamento.
Vendemmia: manuale in piccole casse di plastica.
Vinificazione:
- eseguita in vasche acciaio con durata, comprensiva del periodo di macerazione sulle bucce, variabile tra i 20 ed i 26 giorni
- fermentazione termocontrollata tra i 24° ed i 26°C
- Analisi chimiche giornaliere
- Follature giornaliere eseguite manualmente.
- Svinatura con pressatura soffice
- Fermentazione malolattica
- Illimpidimento spontaneo senza filtrazione.
Invecchiamento: eseguito in botti di rovere di Slavonia di volume variabile da 11 a 52 HI per un periodo di 48 mesi. Ulteriore affinamento in bottiglia di 6/8 mesi.

Brunello di Montnalcino Ugolaia DOCG

San Biagio Dall'omonimo vigneto esposto a sud ovest e dalla selezione delle migliori Marze Madri, reinnestate su piante selvatiche con mano sapiente dai "Veterani" dell'Azienda. Uve con spiccata caratteristica, buona consistenza di buccia e ottima concentrazione nella polpa che danno origine, tramite attente cure di vinificazione al Brunello Ugolaia, fermentato per 18/20 giorni in fusti da 6 a 15 Hl. nel rispetto del disciplinare di produzione. Eleganza, nerbo, e razza riconoscibili nelle sole grandi annate quale segno tangibile di una buona identità di terra.
Scheda tecnica


Produzione: 6.000 bottiglie, solo nelle annate migliori.
Uvaggio: Sangiovese grosso (Brunello) da selezone massale interna in purezza.
Forma di allevamento: cordone speronato basso (70 cm da terra).
Superficie del vigneto: 1,5 ha
Densità di impianto: 3.300 ceppi/ha.
Produzione per ceppo: 1,4 kg/pianta.
Altitudine vigneto: 320 metri.
Composizione del terreno: tufaceo di origine eocenica.
Clima: caratterizzato da estati aride ed inverni miti a causa dell'influenza dei venti caldi provenienti dalla Maremma.
Cure colturali: eseguite interamente a mano, con particolare attenzione per potatura verde e diradamento.
Vendemmia: manuale in piccole casse di plastica, con selezione dei singoli grappoli.
Vinificazione:
- eseguita in vasche acciaio con durata, comprensiva del periodo di macerazione sulle bucce, variabile tra i 20 ed i 26 giorni
- fermentazione termocontrollata tra i 24° ed i 26°C
- Analisi chimiche giornaliere
- Follature giornaliere eseguite manualmente.
- Svinatura con pressatura soffice
- Fermentazione malolattica
- Illimpidimento spontaneo senza filtrazione
Invecchiamento: eseguito in botti di rovere di Slavonia di volume variabile da 20 a 52 HI per un periodo di 48 mesi. Ulteriore affinamento in bottiglia di 6/8 mesi.